Limone, miele grezzo e zenzero, l’elisir salutare del mattino

elisir-del-mattino-unique-verse

E non solo!

Da un po’ di tempo, vuoi per le lezioni di naturopatia, vuoi per le letture che faccio sul bus intanto che giro per clienti mi sono imbattuto in diverse ricette. Alcuni di loro ne parlano come rimedio preventivo per la buona salute, altri arrivano a parlare anche di perdita di peso per alcuni ingredienti contenuti in questo bicchiere da bere al mattino.

Ebbene, è giunto il momento di fare una prova!

Mi sono fatto un bel giro per la rete da entrambe le parti dello stagno (e faccio riferimento all’oceano Atlantico!) , ho tolto tutte le ricette che contenevano pepe o peperoncino di cayenna per arrivare a quanto inserisco qui. Poi successivamente facciamo qualche considerazione in merito.

Ho deciso di fare una prova per un paio di mesi, la ricetta che metto in questo post promette anche una diminzione del peso.

Elisir del mattino

INGREDIENTI

  1. un limone spremuto
  2. un cucchiaio di miele grezzo
  3. un centimetro di radice di zenzero fresca spremuta o grattugiata
  4. due cucchiai di aceto di mele
  5. un bicchiere d’acqua di media grandezza e a media temperatura

PREPARAZIONE

Prendi un bicchiere da bibita (non troppo grande e ne troppo piccolo quindi!), aggiungi la premuta di un limone, il cucchiaio di miele grezzo e i due cucchiai di aceto di mele (andrebbe abbastanza bene anche quello Viviverde della Coop). Alla fine aggiungi anche il succo dello zenzero, non credo che sia necessario prendere l’estrattore per un centimetro di radicetta di zenzero (anche se è ottima cosa prenderlo per ottimi estratti con la frutta  e la verdura di stagione!). Semmai usa uno spremi aglio, piccolo a sufficienza per fare questo lavoro (a dire il vero spesso la parte più indigesta dell’aglio è la sua animetta, se lo spremi e lo metti nel cibo ti risolverai il problema delle verdure saltate.)

Rabbocca il bicchiere con l’acqua e mescola. L’acqua dovrebbe essere massimo una trentina di gradi, per preservare tutte le caratteristiche degli ingredienti dell’elisir. Superati i 45°C, vitamine ed enzimi spariscono e rimane molto meno di quanto è importante avere in questo elisir.

Bevi, se senti bruciare troppo elimina semmai l’aceto e lo introduci partendo da un mezzo cucchiaio man mano che passa il tempo.

Buone prove di cucina naturale!

CONSIDERAZIONI

Dalle letture che ho fatto in rete e dalle mie lezioni di bioterapia nutrizionale in questo elisir troviamo i seguenti elementi.

Limone

Antichissimo, usato mediamente per tutte le tisane digestive di questo mondo (dalla limonata con il succo, alla tisana con la buccia). Ha grande potere alcalinizzante, in quanto è acido e lavora bene per la digestione ma successivamente nel processo digestivo, quando viene abbattuto dai succhi della cistifellea e del fegato diviene alcalinizzante e aiuta la pulizia delle pareti dell’intestino. Ricchissimo di vitamine sopratutto la C che lavora come antiossidante, ma va notata anche la presenza di acido citrico e il ridotto contenuto di zuccheri. Riduce la pressione, riduce gli acidi urici (per intenderci quelli il cui accumulo eccessivo porta alla gotta) ed è anche un anti-reumatico. L’acido citrico poi  contribuisce all’assorbimento del calcio a livello intestinale.

Il succo di limone facilita la formazione di carbonato di potassio e di calcio che mantengono il sangue alcalino e contrariamente a quanto pensano tutti non è astringente anche perchè vitamina C e l’acido citrico hanno azione irritante, quindi lo rendono un alimento che stimola intensamente il transito intestinale.

Aceto di mele

Ho trovato questo link, non pare un sito così ufficiale ma racconta quanto c’è da sapere e per vedere sopratutto quanto molte proprietà dell’aceto di mele, usato fin dai tempi degli egizi, sia un alimento che lavora bene sul fegato per la depurazione, fino a depurare le vie aree (un giorno ti dirò perchè).

Il connubbio di acido acetico e malico aiuta  proprio alla depurazione arrivando anche a far notare su alcuni test fatti anche dalla medicina ufficiale un calo di peso.

Miele (ma grezzo!)

Quello che mediamente troviamo in negozio ha subito due trattamenti specialmente volti alla conservazione, l’estrazione a caldo, e da pastorizzazione. Tutti e due eliminano gli enzimi e le vitamine che erano rimaste al suo interno facendo assomigliare il miele a tutti gli altri zuccheri. Il miele grezzo è quello dell’apicultore che te lo vende estratto per centrifugazione, in cui troverai una consistenza più cristallina e meno cremosa ma ancora naturale. Anche se vai in negozi di prodotti biologici non è detto che troverai indicazioni sulla sua produzione, al massimo ho trovato che quel miele è stato estratto senza riscaldamento, il che non dice comunque nulla.

Meglio usare le parole degli altri quando sono ben scritte:

Il miele grezzo è il miele che non è stato riscaldato, pastorizzato o trattato in alcun modo. C’è una differenza enorme tra il miele crudo e pastorizzato. Il miele grezzo contiene vitamine, enzimi, antiossidanti e altre sostanze nutritive naturali che lo rendono un alimento meravigliosamente ricco di proprietà lenitive, mentre quello pastorizzato è stato privato di queste proprietà benefiche attraverso il processo di riscaldamento, che lo fa diventare alla stregua dello zucchero raffinato. Mentre il miele pastorizzato sembra chiaro e simile ad uno sciroppo, il miele grezzo è più solido e opaco, spesso contiene piccoli pezzi di cera d’api e polline. (rif. Salute e benessere)

Zenzero

Sempre sempre più usato perchè magicamente ha le stesse caratteristiche degli alimenti indicati sopra. Riesce anche ad essere un ottimo antibiotico naturale che ripulisce da batteri e depura.

Qui molto meglio di quanto riscriverei io.

 

DULCIS IN FUNDO

E alla fine tutto quello che troviamo in questo elisir non fa altro che lo stesso effetto, pulire, drenare, sistemare il “terreno” nel quale la nostra salute si mantiene in forma.

Man mano che passa il tempo farò qualche aggiornamento a questo post.

Ti potrebbe interessare anche...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>