Forme di pensiero e materia

In questo percorso di conoscenza, per un po’ continueremo a chiamarlo in questa maniera, ci siamo imbattuti in un altro libro che la mia maestra di vita mi ha offerto, proprio per continuare a capire quali siano le variabili che regolano l’interazione con il mondo circostante. Le forme pensiero.

Le forme pensiero in sintesi

 

Possiamo dire che se noi siamo energia, come abbiamo detto sia qui che qui, e per questo motivo siamo ricettivi a quella che ci attraversa, siamo anche capaci di produrla, creare dei campi che si innestano nell’ambiente circostante oltre che in noi stessi.

Cosa influisce nella costituzione delle forme pensiero? Il pensiero, giusto no? quello che pensiamo, quello che proviamo è capace di formare delle strutture sottili attorno a noi che possono fortemente influire nella nostra esistenza.

Nel primo video che riportiamo sotto ci viene domandato: se arriva un virus nella classe di nostro figlio, come mai non tutti i bambini si ammalano? Il virus in quanto tale dovrebbe attecchire in tutti gli ambienti nei quali può proliferare. Eppure solo alcuni bambini si ammalano e altri no.

Lo stesso video procede parlando di Madre Teresa di Calcutta e delle sorelle del suo ordine, e ci chiede come mai quelle donne sono state (come stanno ancora oggi) tra tutti quei malati, mangiando quello che noi potremmo chiamare spazzatura e non si ammalano?

Perchè usano l’amore per quei malati invece della paura della loro malattia o della loro situazione, vince quello che danno loro invece quanto gli altri potrebbero attaccare alle donne.

Le forme pensiero sono esattamente quello, qualcosa che lavora attorno a noi, ciò che ci mette in contatto con esso secondo l’energia conferiamo loro. E questo è quanto viene raccontato sia nel libro che segnaliamo oggi, che in alcuni video della nostrana Monia Zanon sul lavoro della quale torneremo in futuro.

Il libro

Il titolo in questione è “Forme-pensiero. Riconoscerle, scoprire la loro influenza sulla nostra vita” della ricercatrice spirituale Anne Meurois-Givaudan del quale prendo la sinossi che ho trovato su Amazon italia:

 

Secondo l’autrice, le forme-pensiero sono delle manifestazioni energetiche che hanno vita lunga o breve in base all’energia con cui vengono nutrite. Tutti noi ne emettiamo, tutti ne siamo circondati, e a volte esse interferiscono con la nostra vita. Ne percepiamo tuttavia gli effetti, spesso dannosi per il nostro benessere psichico e fisico. In questo libro l’autrice intende fornire una base che ci permetta di capire energeticamente quale relazione vi sia tra il pensare e l’ammalarsi, e di conseguenza mettere in atto delle strategie per evitare che questo accada.

 

Tutto il libro è un misto di spiegazioni, persone ammalate da malattie palesi ai più e forme pensiero (conosciute ai meno) che non solo minano la loro vita ma creano problemi di salute che i medici non sanno approcciare in maniera definitiva.

Un viaggio nell’universo con viaggi astrali, messaggi raccontati sulla pelle dell’autrice stessa, tante testimonanze di persone ed insegnamenti su come riconoscele e vederle, per avere uno sguardo più completo del mondo che abbiamo attorno.

Giusto per ripetere quanto scritto nella sinossi: “l’autrice intende fornire una base che ci permetta di capire energeticamente quale relazione vi sia tra il pensare e l’ammalarsi, e di conseguenza mettere in atto delle strategie per evitare che questo accada

 

Video

 

[tube]http://www.youtube.com/watch?v=XgIvRQu6CLg[/tube]

[tube]http://www.youtube.com/watch?v=h_VqSHmJ_z8[/tube]

 

Considerazioni

 

Monia Zanon nei video dice una cosa molto interessante: che Dio è matematica, che in poche parole non esiste nessuna etica superiore che regola le nostre vite (o come qualcuno sta cercando di raccontarci da millenni a scapito del prodotto interno lordo dei paesi del mondo) ma il fatto che tutto reagisce a sollecitazioni.

Quanto abbiamo attorno non è che il frutto del contributo di tutti quelli che ci vivono dentro, sopra di noi c’è altro, che controlla quello che succede, forse non proprio quell’occhio che tutto intende, piuttosto altri che vibrano ad altre frequenze, capaci di vedere e forse ogni tanto immettere nel nostro mondo energie o istruzioni per la nostra evoluzione.

Quanto ci viene raccontato in queste pagine non è tanto qualcosa con il quale essere in accordo o meno, piuttosto qualcosa da provare. Perchè non proviamo ad amare la persona che abbiamo di fronte, cerchiamo di essere felici ed immaginare cose felici invece di proteggerci tutti i giorni per il peggio anche quando non c’è. La vita va presa con intelligenza, nella quale usare le nostre energie in funzione della situazione.

Semplicemente facciamo qualcosa e vediamo se questo nuovo approccio funziona no? Facciamo questo per esempio, rilassamento della respirazione e vediamo come ci sentiamo.

Libri

  

Ti potrebbe interessare anche...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>