I toni isocronici

Cercando in rete alla voce di Toni Isocronici si ottiene molto poco tranne quanto viene scritto sui blog e qualche sito come quello che riporto qui nel quale si parla anche di frequenze monoaurali o le binaurali di cui torneremo più avanti (e credo anche a più riprese perchè pare che sia un mondo tutto da scoprire).

Cosa sono e come funzionano gli Isochronic Tones (Toni isocronici)

Isochronic tones è attualmente la migliore tecnologia esistente nel campo degli audio “brainwaves”. Isochronic tones utilizza Toni di eguale intensità, con incremento della velocità delle pulsazioni e sincronizza il cervello attraverso il ritmo. Isochronic tones usa un’onda sonora distinta creata appositamente per armonizzarsi con il cervello e creare così effetti più rapidi e piacevoli. Le cuffie stereofoniche sono consigliate ma non indispensabili.

Fanno parte della famiglia dei suoni capaci di interagire con il cervello per la produzione di effetti che possono modulare il benessere di tutto il corpo.

Il fatto che sia così poco conosciuta da noi (e che Wikipedia non abbia praticamente nulla tranne l’abbozzo che si trova qui ) ha la sua spiegazione nella storia dell’induzione celebrale fatta dal dottor Marco Stefanelli, studioso di Psicologia Indovedica che ho trovato qui:

Sono oramai più di 70 gli anni di solida ricerca sulle induzioni cerebrali. Allora perché non è ancora molto diffusa? Pensiamo soprattutto perché la nostra cultura, soprattutto quella occidentale, è strettamente legata ai farmaci e alle sostanze psicotrope. In confronto ai prodotti farmaceutici le induzioni cerebrali non sono adatte a generare molti guadagni, sono facili da usare e possono essere una valida ed economica soluzione per una grande varietà di problematiche e disturbi.

Una breve spiegazione di quali sono le basi sulle quali questi stimoli agiscono sono nel seguente video.

 

[tube]http://www.youtube.com/watch?v=2atJ6i2LvAk[/tube]

 

Fuori dai confini italiani sono parecchi gli studi di produzione a pubblicare diversi tipi di “medicine” musicali che vengono certificate per diversi disagi e problemi (mediamente sono imputabili allo stress). Per chi conosce l’inglese qui c’è anche un blog che ne parla abbastanza approfonditamente.

Torneremo sul tema parlando con le persone che realmente le producono per capire meglio.

 

Video di esempio

[tube]http://www.youtube.com/watch?v=JMiejIY0pOc[/tube]

 

Hai provato il video, che impressione ti ha fatto?

Ti potrebbe interessare anche...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>